Patrick Deville è nato a Saint-Brevin nel 1957. Dopo aver studiato letteratura comparata e filosofia all’università di Nantes, negli anni ottanta ha vissuto in Medioriente, Nigeria, Algeria. Negli anni novanta ha trascorso lunghi periodi a Cuba, Uruguay, America centrale.

Nel 1996 ha creato il « prix de la jeune littérature latino-américaine» e la rivista Meet, per la Maison des écrivains étrangers et des traducteurs di Saint-Nazaire, di cui è oggi il direttore letterario.

Nel 2011, la redazione della rivista Lire ha scelto Kampuchéa come miglior romanzo dell’anno

Nel 2012, il suo romanzo, Peste & Choléra (sulla vita del batteriologo Alexandre Yersin) è uno dei romanzi più apprezzati della rentrée littéraire e inserito quasi in tutte le liste finali dei maggiori premi francesi. Ha ricevuto il prix du roman Fnac, il prix Femina e il Prix des Prix littéraires.

I suoi libri sono pubblicati in una dozzina di lingue.