I libri possono rivivere. E quelli fuori catalogo, esauriti o irreperibili, tornano a disposizione dei lettori in formato digitale. Nasce così l’operazione culturale ideata dallo scrittore veneziano Roberto Ferrucci, che ha coinvolto l’amico Premio Strega Tiziano Scarpa in un progetto dal sapore veneto ma allo stesso tempo internazionale. L’obiettivo? Offrire belle letture. «E un gesto – spiega Ferrucci che vuol rimettere in circolo libri di valore, scegliendo fra le cose migliori che sono state espresse nei decenni scorsi dalla letteratura italiana». La casa editrice Terra Ferma, di Crocetta del Montello, ha colto la proposta con entusiasmo dando vita alla collana “Collirio” dove sono già pubblicati, in formato ebook, tre titoli: “Due. Città”, racconti brevi e inediti di José Angel Gonzàlez Sainz; quindi una riproposta, “Malthus” del brasiliano-veneziano Diogo Mainardi, primo romanzo pubblicato 20 anni fa dalla casa editrice La Biblioteca del Vascello; e infine tutti i racconti di Piersandro Pallavicini, “L’ombrello di Steed e tutti gli altri racconti”. Tra le prossime uscite anche due romanzi di trevigiani d’adozione, Lello Voce e Renzo di Renzo. «Molte delle prossime uscite saranno di autori francesi – aggiunge Ferrucci –, verranno pubblicati in lingua originale, in qualche caso anche con la traduzione. In Italia solo “Terra Ferma” propone questi testi aprendo le porte al resto del mondo.

Chiara Voltarel, “Il Gazzettino di Treviso” (9 aprile 2014)