BIOGRAFIA

Lello Voce (Napoli, 1957) poeta, scrittore e performer è stato tra i fondatori del Gruppo 93 e della rivista Baldus.
Nel 2011 è stato uno dei fondatori del World Poetry Movement, durante il Festival Internazionale di Poesia di Medellin (Colombia), del cui Comitato Esecutivo fa parte.
Tra i suoi libri e CD di poesia ricordiamo Farfalle da Combattimento (Bompiani, 1999), Fast Blood (MFR5/SELF, 2005), L’esercizio della lingua – Poesie 1991-2008 (Le Lettere, 2009), Lai (Premio Delfini, 2003), Piccola cucina cannibale (Squi[libri], 2012 – Premio Napoli, 2012).
I suoi romanzi sono stati riuniti ne Il Cristo elettrico (No Reply, 2006).
Ha curato L’educazione dei cinque sensi, antologia del maestro del concretismo brasiliano Haroldo De Campos, con contributi di Augusto De Campos ed Umberto Eco.
Nel 2001 ha introdotto in Italia il Poetry Slam ed è stato il primo EmCee al mondo a condurre uno slam plurilingue (Big Torino 2002/romapoesia, 2002). Ha diretto centinaia di slam tra cui quello di Io Donna-Corsera (2010), quello di Teatro Italia (Perugia, 2003) e il Big Boat International Poetry Slam (2009).
Ha collaborato, per la realizzazione delle sue azioni poetiche, con numerosi artisti tra cui Paolo Fresu, Frank Nemola, Luigi Cinque, Antonello Salis, Giacomo Verde, Michael Gross, Maria Pia De Vito, Canio Loguercio, Rocco De Rosa, Luca Sanzò, Ilaria Drago, Dahafer Youssef, Roberto Paci Dalò, Robert Rebotti, Claudio Calia, Gianluca Costantini.
Tra i pionieri europei del nuovo incontro tra poesia e musica, ha tenuto reading di poesia e spettacoli di spoken music in tantissime città italiane, europee, nelle Americhe e in Asia.
Sue poesie sono state tradotte in francese, inglese, spagnolo, catalano, tedesco, brasiliano (da Haroldo De Campos), giapponese ed arabo (da Joumana Haddad).
Attualmente cura su www.satisfiction.me una rubrica di poesia intitolata P.A.Z. Poetry Autonome Zone e su IlFattoQuotidiano.it un blog dedicato alla poesia.
Su GlobalProject.org dirige il progetto Autoanalfabeta University of Utopia dedicato all’approfondimento delle tematiche antropologiche relative ai new media.